^Back To Top

mod

Alberto Rovida: Disegni, Dipinti e capricci letterari

privacy

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (D.Lgs.196/03) E AGGIORNATA  A REGOLAMENTO (UE) 2016/679

 

Ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs 196/03, Codice in materia di protezione dei dati personali e sue successive modifiche ed integrazioni ("Codice Privacy"), Ricordi Casa in qualità di Titolare del trattamento fornisce, qui di seguito, l'Informativa riguardante il trattamento dei dati personali, per l'erogazione dei servizi ("Servizi"), di cui puoi usufruire compilando il modulo Contatti nel sito internet: www.albertorovidastudioarte.com .

1. I dati da forniti verranno trattati per le seguenti finalità:

Utilizzo dei dati (in particolare il tuo indirizzo e-mail) da parte di Alberto Rovida studio Arte per effettuare comunicazioni relative all' invio di materiale informativo.


2. I dati da Voi forniti verranno trattati in formato elettronico utilizzando sistemi informatici che garantiscono specifiche misure di sicurezza per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati e curati solo da personale incaricato al trattamento.

3. I dati trattati non saranno comunicati ad altri soggetti, né saranno oggetto di diffusione.

4. Il titolare del trattamento è www.albertorovidastudioarte.com.


MODIFICHE

Questa Privacy Policy è entrata in vigore in data 24/05/2018.

www.albertorovidastudioarte.com si riserva il diritto di modificare parzialmente o integralmente la Privacy Policy o semplicemente di aggiornarne il contenuto (ad esempio in seguito a modifiche della legge applicabile).
Alberto Rovida studio Arte pubblicherà qualsiasi aggiornamento su questo sito web.

News ed Eventi a cura di Repubblica, Huma3 e Whipart

Repubblica Arte
HUMA3 News
HUMA3 Eventi
Whipart
 

 

 

Galleria Figure

Questa sezione ospita orrende riproduzioni fotografiche di alcune delle opere prodotte dal titolare di questo sito, approssimativamente dal 1980 ad oggi, vale a dire da quando si sentì degno di autodefinirsi "pittore" (modesto, certo, ma pittore). Poi, per diventare anche "artista" gli ci volle ancora almeno un decennio (e chissà se...). Ma andiamo avanti. Sono immagini realizzate alla meglio e necessiterebbe l'intervento di un vero fotografo, magari professionista, che permettesse di sostituirle con altre, eseguite "comediocomanda". Bene, le immagini sono qui e parlano per quel che possono. Con un primo click su ciascuna di esse se ne può leggere il Titolo (quando c'è); con un secondo click se ne potranno conoscere anche le caratteristiche. Grazie e bentrovati.

L' opera dell'Anno

Nota bene: sarebbe sbagliato attendersi che, allo scader del dodicesimo mese, il titolare del sito cambiasse sistematicamente immagine come una qualsiasi patinata rivista mensile. Con "Opera dell'Anno" si vuole qui identificare quell'opera che, per i più svariati e comunque non prevedibili, motivi riesce ad occupare in qualche maniera la mente ed il pensiero del "qui presente" e "sinceramente vostro". E nemmeno sarebbe lecito attendere la fine del dodicesimo mese di calendario per verificare la presenza di un eventuale cambiamento: l' "anno" di un artista non obbedisce nè a Giulio, nè a Gregorio, nè a qualsiasi altra delle diavolerie che ci ruotano attorno la notte e il dì. Diciamo che l'immmagine cambierà quando sarà il caso di cambiarla; che non sarà necessariamente la riproduzione di un'opera di A.R. e che, se saranno bene chiare, vi si spiegheranno anche le ragioni del cambiamento.

 

 


 

 

 

B. - Olio su tavola grezza 65 x 100

Alberto Rovida

 

L'opera qui riprodotta è stata eseguita con colori e pastelli ad olio. Ha avuto una lunga decantazione e, prima di giungere alla versione attuale, ne ha avuta un'altra un poco differente. Ma tant'è: come cercai di spiegare a chi me ne chiese conto, quando la cominciai avevo in mente qualcosa, poi, sopraggiunti altri fatti e fattori, venne abbandonata per un tempo che pensai sarebbe stato breve ma che così non fu. Passarono, credo, due o tre anni e. quando la ripresi, il tempo aveva irrimediabilmente svolto il suo compito che è e rimane quello di cambiarci, ci piaccia o meno.... Riprendere un lavoro che abbia avuto una lunga gestazione equivale a voltarsi indietro a guardare le tracce di ciò che eravamo e che non siamo necessariamente tenuti a riconoscere per nostre o ancora a noi appartenenti... fedele, perciò, al principio del "fai sempre ciò che ti va di fare per come ti senti di essere" non ho avuto remora alcuna a rifarla daccapo come se fosse opera prima.  Il tempo ci divora, certo, ma anche ci cambia e per questo mi sta comunque simpatico.... e se questa sua azione ci porta a stravolgerci, smentirci o anche rinnegarci, ciò vale a confermare un percorso e, in definitiva a verificare che la vita ha proseguito nel suo cammino.     

 

 

 

 

Home Page

INNANZITUTTO.....

....innanzitutto un avvertimento di carattere tecnico.... mica niente di importante: solo una precauzione da assolvere prima di trovarsi davanti ad un pasticcio ASSAI DIVERSO da quello che ci si aspetterebbe.... Ecco quanto: per la particolare complessità della gestione della galleria, le opere ivi caricate NON POSSONO essere correttamente presentate accedendo a questo sito dal cellulare.... Chissà? forse un giorno i cellulari saranno così evoluti da.... ma che importa? Del resto il cellulare non è propriamente lo strumento più adatto ad effettuare ricerche sugli argomenti che qui vengono proposti!...

 

CIO' PREMESSO: 

 

La logica esigenza di essere stringati e telegrafici nello scegliere il nome da assegnare ad un sito non sempre ne può chiarire gli intenti. In questo caso, la denominazione “albertorovidastudioarte”, espressa così, priva cioè di articoli o preposizioni indispensabili per indirizzare chi vi accede agli intenti che ne hanno giustificato la creazione, potrebbe persino fuorviare. Sì, fuorviare, perché espresso in linguaggio parlato, verrebbe da pensare che questo sito si chiami così: “Alberto (spazio) Rovida ( ) studio D’ arte”, essendo normale che chi si dice “artista” abbia uno studio e lo voglia presentare.

Beh, non è proprio così. Nelle intenzioni di chi questo sito ha voluto, la reale denominazione sarebbe – anzi E’ - questa: “Alberto Rovida, (virgola) studio L’arte”.

Se, come si sente dire, la vita è una scuola, ebbene l’arte ne è il docente e il libro di testo. Niente di ciò che l’attività umana produce prescinde dall’inventiva artistica: proprio niente. Neppure quelle attività che parrebbero le più lontane o le meno compatibili. Perché “arte” non è dipingere la Gioconda, non solo, almeno.

Arte è cogliere dentro e fuori da sé ciò che poi si tramuterà in idea, proposta, progetto, realizzando ciò che poi relazionerà gli umani gli uni agli altri, gli artisti e i fruitori d'arte, rendendo complementari le doti e le caratteristiche di ciascuno.

Arte è infrangere le maglie dei paradigmi e sostituire al “perché si?” un più avventuroso “perché no?”.

Arte è quello sforzo di fantasia, applicabile a qualsiasi disciplina dello scibile, che coloro che hanno lasciato un segno, bello o brutto che fosse, nella storia o nella loro epoca hanno saputo utilizzare per alimentare il proprio genio aprendolo a nuove scoperte o a nuove frontiere. Ogni campo dell’attività umana produce esempi illuminanti: da Leonardo a Picasso, ma anche da Galileo ad Einstein, da Brunelleschi ad Henry Ford, da Pasteur a Fleming, da Annibale a Napoleone, da colui che per primo si provò ad utilizzare quella strana cosa che noi chiamiamo “fuoco” al fondatore della catena McDonald, dall’ebanista Giuseppe Maggiolini a Kamprad, fondatore di Ikea….

L’arte è intuito, quindi: intuito e creatività accompagnati da lungimiranza. Non solo colori e pennelli, crete e spatole, tele e cavalletti.

Sarebbe moooolto importante che tutti ce ne rendessimo conto.

Bene, questo sito è nato raccogliervi ciò che chi scrive ha concretizzato dedicandosi alla pratica di studiare l’arte, per strada come nei musei, in ogni sua possibile manifestazione. Questo ne è il risultato. Bello o brutto che sia, utile o inutile che si dimostri, tanto è.

Quale sia il giudizio che i casuali visitatori vorranno emettere su di esso, si sappia che non è fondamentale sia positivo: per chi scrive è solo importante che sia stato visitato. E di ciò sinceramente si ringrazia.

 

 

Submit to Facebook Condividi su Facebook

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono:
I cookie sono piccoli file di testo memorizzati nel computer o nel dispositivo mobile dell´utente quando visita il nostro sito web.

A cosa servono:
I cookie sono da noi utilizzati per assicurare all´utente la migliore esperienza nel nostro sito.
Questo sito utilizza solo Cookie di sessione. Cookie automaticamente cancellati quando l´utente chiude il browser.


Tutti i Cookies NON vengono archiviati e sono gestiti con policy che rispetta la Privacy.

Copyright © 2013. www.albertorovidastudioarte.com Rights Reserved.